dott. Febo Quercia - Biologo Nutrizionista +39 081 1955 0418 +39 347 570 6003 studio@feboquercia.it

Login

Dimagrire in coppia è più facile

Secondo ultimi studi comportamentali e scientifici, e dopo averlo appurato personalmente, è dimostrabile che dimagrire in coppia è più facile e soprattutto meno complicato anche in cucina; aumenta la motivazione; riduce il rischio di tentazioni fuori dai menù.
E diventa “quasi” divertente: cucinare insieme è un altro esercizio validissimo perché la dieta abbia reale effetto su entrambi. Se si è in coppia a voler dimagrire, si possono provare ricette nuove con maggior soddisfazione reciproca innescando per tutto il percorso, una sana e costruttiva competizione.

Dimagrire in coppia è più facileL’apporto morale di qualcuno, con cui dividere le gioie, ma soprattutto i dolori della dieta, può avere quindi un effetto positivo sul dimagrimento. Seguendo una dieta in coppia si dimagrisce più velocemente e molto prima …e fa bene anche all’amore. Gli studiosi sono concordi nell’affermare che l’intesa sull’alimentazione e la condivisione della dieta può aiutare a riportare l’armonia nella coppia e rinsaldare il rapporto fra uomo e donna grazie alla condivisione dei successi, delle tentazioni da combattere e dei vantaggi.
Fare la spesa insieme, cucinare insieme e le stesse cose per entrambi, diventa sicuramente più facile, che cucinare due pietanze diverse, soprattutto perchè il pasto di chi decide di mettersi a dieta è sempre (psicologicamente parlando) meno appetitoso di chi mangia “normale”.

Ovviamente ci sono anche aspetti negativi nella cosa visto che potrebbe insorgere la tendenza di uno dei due  a diventare il “guardiano” dell’altro rendendo tutto più stressante nella rigorosa conta delle calorie che il partner assume.

Ci sono inoltre delle differenze biologiche e genetiche tra uomo e donna che bisogna considerare.  Capita infatti che gli uomini mangino di più rispetto alle donne senza prendere peso.

Dimagrire in coppia migliora il risultato

Essendo per gli uomini più facile perdere peso, all’interno di una coppia eterosessuale, potrebbe risultare frustrante per la donna non vedere in lei gli stessi risultati raggiunti dal suo partner. Questo in genere dipende dalla presenza nel maschio di una maggiore massa muscolare rispetto alla donna, e quindi un metabolismo più veloce.
Anche nell’attività fisica donne e uomini sono molto diversi. Poiché il corpo di una donna è stato progettato per  affrontare una gravidanza, le donne hanno bisogno di più grasso sul loro corpo. Questo potrebbe essere il motivo per cui un intenso esercizio fisico stimola la fame nelle donne, ma non negli uomini. È importante sia per gli uomini che per le donne continuare a muoversi per tutta la giornata.

Un ulteriore aspetto che dobbiamo considerare quando iniziamo a  fare una dieta, è non trascurare le nostre emozioni. Ormai molti psicologi ci hanno insegnato come le emozioni giocano un brutto scherzo nel nostro modo di nutrirci. È comune tra le persone mangiare di più (soprattutto dolci) per consolarsi dalla depressione, dall’ansia e dalla solitudine e le donne ancora una volta sono più inclini a questi comportamenti alimentari. Quando si guarda al cibo come consolazione diventa più difficile ridurne le quantità (e migliorarne la qualità).

Bisogna stare molto attenti al nostro partner se questo mostra aspetti depressivi quali: isolamento, irritabilità, cattive abitudini di vita quotidiana, disturbi del sonno, disperazione, mancanza di interesse per le attività che in precedenza hanno suscitato interesse. Se si riconoscono i sintomi di depressione o ansia eccessiva, il vostro partner potrebbe usare il cibo per affrontare queste problematiche. In questo caso, ancora una volta, affrontate l’argomento con delicatezza ed empatia.

Aiutarsi quando si devono affrontare privazioni e qualche sacrificio per ritrovare la forma giusta e la linea ideale, può rivelarsi davvero positivo, ecco perchè un altro aspetto fondamentale è quello di non isolarsi mai nè tantomeno cambiare le proprie abitudini sociali. Non rinunciare a cene con amici e ad aperitivi è fondamentale per non vivere la dieta come una prigione, basta tenere conto degli accorgimenti giusti e dei preziosi consigli del nutrizionista. per esempio, un aperitivo ideale sarebbe quello fatto evitando i cocktail alcolici e optare per spremute fresche e stare alla larga da patatine e salatini, concedendosi invece i pinzimoni e qualche scaglia di grana.

Dimagrire in coppia è più efficaceUn’altra questione da non sottovalutare quando si decide di dimagrire in coppia, è il controllo del peso: MAI pesarsi ogni giorno facendo diventare la bilancia la nostra arma migliore contro il “compagno di merenda
Riprendendo il tema sulla differenza di genere sopra affrontato, le donne, perdendo peso più lentamente degli uomini troverebbero nel peso giornaliero una maggiore frustrazione. Bisogna quindi trovare il modo di pesarsi più congeniale a noi, concentrandoci sui risultati effettivamente raggiunti (ad es. vedere che i vestiti che prima indossavamo ci stanno larghi, o come ci sentiamo più magri) piuttosto che iniziare una GARA sulla bilancia.

E se il nostro partner decide di non voler più continuare il percorso intrapreso insieme? Il trucco è quello di rimanere fedeli a se stessi, senza risentimenti nei suoi confronti, e magari chiedere ad un amico o una persona cara di unirsi a voi … Se siete comunque decisi a perdere peso e rimettervi in forma, e il vostro partner non vuole unirsi a voi, accertatevi di:

  • Parlare apertamente con il vostro partner circa il vostro piano, e chiedergli supporto
  • Assumervi la responsabilità di se stessi
  • Mantenere l’attenzione sul vostro cammino e non farvi coinvolgere dalle abitudini alimentari del vostro partner che potrebbero diventare la vostra rovina.
  • Non predicare, o tormentare il vostro partner ad unirsi a voi.

Concentrati su te stesso: Se il tuo partner non mangia in modo corretto e vorresti coinvolgerlo nella tua dieta, ma lui non sembra favorire questo tuo volere, non preoccuparti, tu continua a rinunciare alla abitudini insane. Fai ciò che è giusto per te!

Aiutarsi nell’intimità: I problemi possono sorgere in ambito sessuale quando una persona ha problemi di peso e l’altro no. È importante riconoscere se il vostro partner si sente terribile dentro il suo corpo e non vuole essere guardato o toccato. Anche in questo caso, la comunicazione è l’unico modo per risolvere il problema e accettarvi per quello che siete e che è l’altro.

Comprendere le proprie insicurezze: Molti mariti e mogli finiscono per sabotare gli sforzi di perdita di peso dei loro coniugi, perché involontariamente trasferiscono all’altro le proprie insicurezze. Anche se ti puoi sentire entusiasta che il tuo compagno/a sta riuscendo a perdere peso, potresti anche chiederti che cosa accadrà quando lui/lei sarà più magro e quindi si piacerà e piacerà di più. Esplora le tue paure e insicurezze circa il rapporto e riconosci se ti senti in qualche modo minacciato dalla perdita di peso del tuo partner. Se è così, assicurati di non trascurare queste tue insicurezze per non rovinare il rapporto con il tuo compagno o la tua compagna.

Riconosci le sue qualità interne: In questa società in cui il modello della magrezza, della cura del corpo prima che dell’anima, è diventato l’unico valore, il nostro partner a dieta potrebbe perdere di vista ciò che ha costruito la vostra storia. Ricordatevi sempre a vicenda che la bellezza non è stata l’unica cosa che vi ha fatto perdere la testa, ma che oltre a questo c’è il carattere, la sua sensibilità, il suo modo di farci ridere e divertire che ci porta ad amarlo/a anche con qualche chilo di troppo.

Essere empatico: Che ci crediate o no, questa direttiva può essere la più difficile di tutte. Cambiare le abitudini alimentari e la perdita di peso richiede tempo. Invece di spingere il vostro amato o la vostra amata a perdere chili velocemente, fategli sapere che ci vorrà del tempo e che per voi va bene così. Essere lì quando è frustrato per aver mangiato troppo o quando la perdita di peso è in stallo, è molto importante. Fategli sapere che capite quanto sia difficile e riconoscete i suoi sacrifici. Entrate in empatia con la sua frustrazione e fate in modo di sottolineare i suoi successi, perché è comune per i mangiatori in difficoltà a considerare solo i  fallimenti alimentari.

Evitate di essere negativi nei confronti degli obiettivi e dei traguardi del vostro partner. La negatività allontana la persona che ami ed è l’ultima cosa da fare quando si cerca di promuovere un cambiamento.

Non far provare sentimenti di colpa o di vergogna: Far vergognare il vostro coniuge per le cattive abitudini alimentari o il mancato esercizio fisico non ti porterà da nessuna parte. Ormai molti canali televisivi mettono in scena dei modelli di bellezza che non corrispondono alla nostra vita quotidiana e a quello che vediamo intorno a noi. Ma i media hanno un gran poter sulla nostra mente modificando anche il nostro modo di considerare ciò che è bello e ciò che è esagerato. La gente in sovrappeso già sta male per non essere in grado di gestire il proprio rapporto con il cibo quindi accusare di mancanza di volontà il vostro partner non farà altro che demotivarlo. Pensa a quando sei tu a sentirti in colpa o a vergognarti quando non ti senti all’altezza di alcune situazioni soprattutto quelli sociali!

Non imponetevi come modello: Evitate di dire frasi del tipo “Vedi, se posso farlo io puoi farlo anche tu”. Ognuno di noi ha storie, vissuti, biochimica e metabolismo diverso. Abbiamo anche modi di affrontare il cambiamento e le sfide in modo differente. Puntate invece a valorizzare le potenzialità e qualità positive del vostro partner.

Non nascondere i dolci: È possibile che il vostro partner vi chieda di nascondere dolci e leccornie per evitare di mangiarli. Ma, attenzione, questo comportamento porterebbe solo un gioco al gatto e al topo che non ha vincitori. Quando  vi chiederà dove hai nascosto i suoi biscotti preferiti, sei sempre in ansia se li troverà. Questo comportamento accenderebbe il desiderio nonché la tensione tra voi. Se proprio volete aiutarlo non acquistate dolci o altri cibi che non rientrano nel piano dietetico del vostro partner.

Non attaccate il vostro amore: Siate sempre un valido supporto per il vostro partner, non date ultimatum, perché verrebbe percepito come disprezzo e disapprovazione. La migliore motivazione è l’amore. Il modo più importante per aiutare il vostro partner è quello di mantenere un dialogo aperto. Il suo lavoro è quello di mangiare più sano e diventare più in forma, mentre il vostro è assicurarvi che nulla stia ostacolando questi obiettivi.

Chiedi come fare direttamente al dott. Febo Quercia su http://www.bit.ly/dottquercia o collegandoti e seguendo quotidianamente la pagina @ilmionutrizionista su facebook.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.