/widgets.js";var sz=d.getElementsByTagName(s)[0];sz.parentNode.insertBefore(z,sz)}(document,"script","zb-embed-code"));
dott. Febo Quercia - Biologo Nutrizionista +39 081 1955 0418 +39 347 570 6003 studio@feboquercia.it

Login

Come leggere un’etichetta nutrizionale

L’etichettatura degli alimenti contiene informazioni utili al consumatore. In Italia e nel resto d’Europa, le informazioni in materia di etichettatura dei prodotti alimentari sono attentamente controllate per aiutare i consumatori a comprendere alcune importanti caratteristiche degli alimenti che acquistano. La legislazione sull’etichettatura dei prodotti alimentari è stata aggiornata a livello europeo nel 2011 (Regolamento (UE) n 1169 / 2011), ed è entrata in vigore nel 2014, rendendo obbligatorio fornire in etichetta le stesse informazioni minime per tutti i prodotti alimentari.

Le etichette nutrizionali sono spesso visualizzate come un pannello o una griglia sul retro o sul lato della confezione e forniscono informazioni sugli ingredienti, sugli allergeni (sostanze che potrebbero provocare reazioni allergiche in alcuni individui) e sul contenuto nutrizionale. Di seguito vengono mostrati e spiegati alcuni esempi relativi alle informazioni che si possono trovare nei prodotti Kellogg’s.

etichetta 1

Lista ingredienti

In base alla normativa Europea, gli alimenti confezionati devono mostrare una lista ingredienti. Gli ingredienti sono indicati in ordine decrescente di peso, in modo da mostrare sempre gli ingredienti principali al primo posto.

Allergeni

Tutti gli ingredienti utilizzati nel prodotto che possono causare ipersensibilità in alcuni individui devono essere dichiarati.

etichetta 2

Tabella Nutrizionale

La tabella nutrizionale è spesso presentata sotto forma di un pannello (come mostrato di seguito) o può essere presentata come un elenco. Tutti i prodotti alimentari devono fornire alcune informazioni relative ad energia, grassi, grassi saturi, carboidrati, zuccheri, proteine ​​e sale. Inoltre possono venire fornite informazioni volontarie riguardanti altri nutrienti come ad esempio le fibre. Tutte le informazioni nutrizionali sono fornite per 100 grammi e vengono spesso indicate anche le corrispondenti informazioni per porzione.

etichetta 3

Assunzioni di riferimento (RI)

Le assunzioni di riferimento sono una guida utile che si basa sulla quantità approssimativa giornaliera di nutrienti ed energia riferiti ad una dieta varia ed equilibrata. Le assunzioni di riferimento non vanno considerate come un obiettivo, poiché i requisiti di energia e nutrienti variano a seconda delle persone. Esse costituiscono piuttosto una utile indicazione dell’energia che un adulto medio necessita e come uno specifico nutriente può contribuire giornalmente alla dieta.

I valori RI si basano sulla dieta di un adulto medio con un’attività fisica moderata, se non diversamente indicato in etichetta. L’obiettivo è quello di fornire informazioni chiare e coerenti in etichetta tenendo in considerazione le esigenze nutrizionali diverse della popolazione (età, stile di vita, ecc.). Tuttavia, l’indicazione delle RI rimane un’utile guida su come ogni alimento contribuisca a un modello alimentare sano. Come parte di una dieta varia ed equilibrata , i consumi di riferimento (RI) di un adulto medio che pratica una moderata attività fisica, sono i seguenti : ◾Energia : 8400 kJ / 2000 kcal ◾Grassi totali: 70 g Grassi saturi: 20 g Carboidrati: 260 g ◾Zuccheri totali: 90 g ◾Proteine : 50 g ◾Sale : 6 g

Sulla parte frontale della confezione di vari prodotti alimentari e delle bevande viene mostrata la quantità di ogni sostanza relativa alla porzione raccomandata.

etichetta 4

Questo esempio mostra che una tazza di 30 g di Kellogg’s Corn Flakes fornisce: 113 kcal, pari al 6% dell’energia RI; 0,3 g di grassi che rappresentano lo 0,4% del totale di grassi RI; 0,1g di grassi saturi equivalente a 0,3% delle RI; 2,4 g di zuccheri pari al 3% dei corrispondenti RI e 0,34 g di sale pari al 6% del RI per questo nutriente.

L’etichettatura delle assunzioni di riferimento è un breve resoconto relativo al contenuto nutrizionale degli alimenti. Un modo semplice per usarlo è confrontare due prodotti insieme per capire, ad esempio, quale prodotto abbia il più basso contenuto di grassi saturi, sale, ecc.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.